fbpx
 
Vai al contenuto Vai al footer
OGNI SOCIAL HA I SUOI SEGRETI: ECCO QUANDO PUBBLICARE E PERCHÉ
Home / News / Social in pillole / OGNI SOCIAL HA I SUOI SEGRETI: ECCO QUANDO PUBBLICARE E…

OGNI SOCIAL HA I SUOI SEGRETI: ECCO QUANDO PUBBLICARE E PERCHÉ

Alzi la mano chi oggi è completamente assente dai social network. Nessun profilo, nessun avatar, nessun interesse nel flusso di notizie e potenziali conoscenze che questo universo mette a nostra disposizione con una frequenza sempre maggiore. Di certo il numero di mani sollevate è ristretto: i social fanno parte della nostra quotidianità ormai da tempo e sono divenuti praticamente fondamentali per le interazioni sociali.

Ma i social network sono tutti uguali? Assolutamente no: per quanto alcuni possano presentare numerosi tratti in comune, o addirittura possano sembrare tutti molto simili, ogni piattaforma è sostanzialmente e concettualmente molto diversa dalle altre. E ognuna, ovviamente, presenta caratteristiche e piccoli “segreti” unici nel loro genere.

  Vi è mai capitato di postare allo stesso orario su due social differenti ed ottenere un riscontro – in termini di visualizzazioni, like, condivisioni o utenti raggiunti – diametralmente opposte? Questa è proprio la conseguenza di quanto abbiamo scritto: ogni canale social fa storia a sé. Sono vari i fattori che bisogna tenere in considerazione, in particolare quello legato al pubblico di riferimento. Ogni fascia di target esistente è delineata da caratteristiche ben precise, conseguenze dei rispettivi stili di vita, impegni, desideri e abitudini, che ne condizionano le giornate: è solamente intrecciando questi fattori che si può arrivare a definire un “calendario” di massima della fascia interessata, all’interno del quale si pone l’utilizzo di ogni piattaforma. Si tratta di dati estremamente interessanti e di notevole importanza: non solo per un utilizzo privato dei canali social, ma anche dal punto di vista aziendale. Studiando le caratteristiche del pubblico di riferimento, infatti, si comprende quando (in termini di giornate e anche di orari), quanto e per quali ragioni è consigliato postare su ogni specifica piattaforma.  

  Una prima distinzione fondamentale da effettuare è quella relativa all’utilità, e non l’utilizzo, del canale social in questione: viene navigato per ragioni lavorative o con l’intento di svagarsi? Si tratta di una distinzione importante, che determina per esempio il “calendario ideale” di LinkedIn: una piattaforma seria, un canale utilizzato per comunicazioni ufficiali, che di fatto vive durante le prime ore della giornata lavorativa. Diametralmente opposto è invece l’utilizzo di altri social, dei quali il “re” è Instagram: sono canali di svago, vie di evasione proprio dagli impegni quotidiani, nei quali gli utenti si rifugiano per “staccare” non appena si ritagliano una pausa. Ne consegue che gli orari migliori per postare su questi canali sono quelli che cadono in coincidenza di pause dai canonici orari lavorativi, o precedenti e successivi ad essi. Esistono poi molte eccezioni, ognuna delineata sulla natura dell’utenza e del social stesso: Facebook è una piattaforma molto ibrida in questo senso; TikTok non sembra ad oggi avere un vero e proprio orario ideale di riferimento poiché il flusso di post al suo interno è variegato e continuo; a Pinterest sono dedicati la tarda sera e il weekend, quei momenti in cui il relax è davvero totale. Scopri tutti i segreti dei principali canali social scorrendo le nostre infografiche, presenti nell’articolo!

Tags:

Nelle prime ore del mattino di giovedì 24 febbraio l’esercito russo, dietro volontà del proprio Presidente, ha iniziato l’offensiva nei confronti della vicina Ucraina, sancendo così l’inizio del conflitto che verrà ricordato come la “prima grande guerra ibrida mondiale”, uno scontro che si svolge su due diversi fronti: uno fisico e uno digitale.

Il 2022 vede alle porte tante novità per quel che concerne il mondo della comunicazione e del digital marketing. Usciamo da anni in cui la pandemia ci ha forzati nelle nostre case e, evidentemente, ha cambiato il nostro stile di vita come persone e come consumers. Gli utenti mediali, infatti, cercano sempre più di ritrovare quel contatto umano che si è perso a causa della pandemia e il digital marketing sta cercando di comprendere in che modo avvicinarsi ad essi.

Vai al contenuto

Errore

Qualcosa è andato storto, riprova